ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I commenti di Erdogan sul sionismo pesano sulla visita di Kerry in Turchia

Lettura in corso:

I commenti di Erdogan sul sionismo pesano sulla visita di Kerry in Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

I commenti di Recep Tayyip Erdogan sul sionismo adombrano la prima visita di John Kerry da Segretario di Stato in Turchia. In una conferenza a Vienna, il premier turco ha equiparato il sionismo a un crimine contro l’umanità, in una dichiarazione che Kerry ha definito deplorevole, mostrando tutto il suo disaccordo nell’incontro con Erdogan ad Ankara, che avrebbe dovuto focalizzarsi sulla crisi in Siria.

La visita del successore di Hillary Clinton è stata segnata anche da proteste: “Oggi John Kerry è venuto in Turchia con ambizioni imperialistiche – dice una manifestante -. Sappiamo molto bene che non è qui con intenzioni amichevoli. Ne sono prova il dispiegamento dei patriot sui nostri confini e la retorica sul governo dell’AKP. Per questo abbiamo lanciato aeroplani di carta contro il consolato, mostrando che agli occhi delle persone comuni quei Patriot sono qualcosa di più che non armi di carta”.

Quella in occasione della visita del nuovo capo della diplomazia statunitense è solo l’ultima di una serie di proteste contro il dispiegamento di missili Patriot chiesti dal governo turco alla Nato per rafforzare la frontiera con la Siria.