ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa: nessuno accordo su riduzione spesa. Obama, tagli "stupidi"


USA

Usa: nessuno accordo su riduzione spesa. Obama, tagli "stupidi"

Nessun accordo tra democratici e repubblicani per evitare il “sequestrer”, il taglio automatico di 85 miliardi di dollari alla spesa federale, che scatta il primo marzo a mezzanotte. Il presidente Barack Obama dopo l’incontro con i leader del Congresso ha affermato che la manovra porterà alla perdita di 750 mila posti di lavoro e ha accusato i repubblicani di essere responsabili del fallimento. Li ha invitati a tornare al tavolo dei negoziati.

“Proprio mentre le nostre imprese hanno finalmente cominciato a riacquistare vigore, assumendo nuovi dipendenti, riportando gli impieghi negli Stati Uniti”, ha detto Obama, “noi non dobbiamo procedere a questa serie di tagli, stupidi e arbitrari che colpiscono ciò di cui imprese e lavoratori hanno bisogno. Nessuno di questi tagli è necessario. Se accade è per scelta dei repubblicani nel Congresso. Sono stati loro a permetterne l’entrata in vigore”.

Se Obama ritiene i tagli non necessari, lo speaker della Camera, il repubblicano John Boehner, sostiene che il problema è proprio la spesa.
“La Camera promuoverà una risoluzione la prossima settimana per poter finanziare il governo dopo il 27 marzo”, ha affermato Boehner. “Spero che non dovremo affrontare assieme al sequestrer anche la minaccia del congelamento della capacità di spesa del governo. La Camera agirà la prossima settimana. Spero che il Senato farà la stessa cosa”.

Con i tagli automatici il Pentagono vedrebbe ridotto del 13 per cento il proprio bilancio fino a settembre. Le ripercussioni riguardano anche il campo dell’istruzione, la spesa sociale e la sanità. I repubblicani sono stati i sostenitori dei tagli ai programmi per i meno abbienti voluti da Obama. I democratici invece dei tagli indiscriminati sostengono una riduzione mirata della spesa e aumenti delle tasse per i ricchi.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Sudafrica, tassista morto: 8 agenti accusati di “omicidio volontario”