ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Kerry ad Ankara: "Discutibile parlare di sionismo come crimine"


USA

Kerry ad Ankara: "Discutibile parlare di sionismo come crimine"

Il segretario di stato Usa John Kerry, in Turchia nel quadro del suo tour in Europa e Medio Oriente, ha espresso “preoccupazione” per le recenti affermazioni del premier turco Erdoggan, che aveva incluso il sionismo tra i crimini contro l’umanità.

Kerry lo ha ricordato parlando ai giornalisti col suo omologo, Ahmet Davutoglu

“Naturalmente non solo non siamo daccordo, ma troviamo questa tesi discutibile. Turchia e Israele sono entrambi alleati di importanza vitale per gli Usa. Vorremmo vederli lavorare insieme, al di là della retorica, ma prendendo iniziative concrete per cambiare le loro relazioni”.

“In quanto paese non abbiamo mai espresso ostilità nei confronti di questa o quella nazione. Se qualcosa di ostile deve essere citato, è quanto accaduto quando 9 cittadini turchi sono stati uccisi in acque internazionali senza che avessero violato nessun accordo. E questo atto ostile è stato compiuto da Israele”.

Parlando a Vienna a un convegno contro l’islamofobia, Erdoggan aveva messo sullo stesso piano il sionismo, corrente del nazionalismo ebraico che vuole un proprio stato in Palestina, con il fascismo e l’antisemitismo.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

Padre Lombardi: "Ancora nessuna data per l'inizio del conclave"