ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Ultima udienza Papa: non abbandono la croce


Città del Vaticano

Ultima udienza Papa: non abbandono la croce

“La Chiesa ha vissuto momenti difficili, non abbandono la Croce”. Così Benedetto XVI nell’ultima udienza generale del suo pontificato. Oltre 150 mila persone lo hanno acclamato a piazza San Pietro. Ratzinger ha ripercorso gli otto anni di papato. Ci sono stati momenti in cui “le acque erano agitate” e “il Signore sembrava dormire’‘, ma “ho sempre saputo di averlo accanto”, ha detto. E sul dopo pontificato ha affermato: “non torno alla vita privata, continuerò ad accompagnare il cammino della Chiesa con la preghiera e la riflessione”.

“In questi ultimi mesi ho sentito che le mie forze erano diminuite e ho chiesto a Dio con insistenza, nella preghiera, di illuminarmi con la sua luce per farmi prendere la decisione più giusta, non per il mio bene, ma per il bene della Chiesa”, ha detto Benedetto XVI. “Io non mi sono mai sentito solo nel portare la gioia e il peso del ministero petrino. Il Signore mi ha messo accanto tante persone che con generosità e amore a Dio e alle Chiesa mi hanno aiutato e mi sono state vicine”.

Si tratta del penultimo giorno del pontificato di Benedetto XVI che da domani sera, quando si trasferirà a Castel Gandolfo, si chiamerà “Papa emerito”. Alle 20 di giovedì l’inizio della sede vacante.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Pesca, è arrivato l'accordo sul divieto di rigetto in mare