ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tasmania: le grandi potenzialità del telescopio di Bisdee Tier

Lettura in corso:

Tasmania: le grandi potenzialità del telescopio di Bisdee Tier

Dimensioni di testo Aa Aa

Osservare galassie e corpi celesti da un computer in tempo reale diventerà presto un realtà. Un telescopio completamente automatizzato in Tasmania permetterà agli astronomi di tutto il mondo il controllo a distanza della volta celeste con una semplice connessione a internet. Gli scienziati potranno studiare il centro della via Lattea, le supernove e le galassie lontane milioni di anni luce, ma anche corpi celesti che più a nord è difficile o impossibile vedere: per esempio Le Nubi di Magellano, che a occhio nudo sembrano frammenti della Via Lattea.

“Il telescopio funziona prendendo la luce da oggetti molto distanti” spiega l’astronomo Andrew Cole. “Lo specchio primario dirige la luce verso quello secondario, che poi la fa convergere su una telecamera posizionata più in basso. Uno dei progetti più importanti è l’osservazione dei pianeti. Ci aspettiamo di scoprirne venti o trenta all’anno”.

Pesante quattro tonnellate e costato quattro milioni è mezzo di euro, è stato installato da un team di cinque scienziati. Il progetto coinvolge l’università della Tasmania e le Scuole di Matematica e Fisica. Questo nuovo osservatorio è operativo per studenti e scienziati dalla fine di febbraio.

“Ho già ricevuto le mail di gente da molto lontano, dal Massachussetts negli Stati Uniti e dalla Germania, che mi hanno chiesto quando potranno usarlo” dice ancora Andrew Cole.

Sarà quindi possibile anche per chi vuole perfezionare e approfondire le proprie conoscenze astronomiche dopo la laurea conoscere ambiti finora inesplorati, perché il telescopio aiuterà a capire meglio le caratteristiche di stelle molto simili al sole. Gli astrofisici potranno comprendere meglio come si diffonde l’energia dal sole e i suoi possibili effetti sui cambiamenti climatici.