ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'eredità di Benedetto XVI

Lettura in corso:

L'eredità di Benedetto XVI

Dimensioni di testo Aa Aa

Che Papa è stato Benedetto XVI? Qual‘è l’eredità che ci lascia dopo 8 anni di pontificato?

Eletto nella primavera del 2005, porta con sé l’immagine di un religioso tradizionalista e conservatore.

Professore di teologia e prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, condanna il relativismo e la secolarizzazione della società.
Critiche che gli valgono il soprannome di mastino di Dio.

Primo Papa tedesco negli ultimi 1000 anni, non si è mai disfatto dell’immagine di professore.
E non rinunciando a questo ruolo cattedrattico, nel 2006, all’università di Ratisbona nel corso di una lectio magistralis, un’imprudente citanzione dell’imperatore bizantino Manuele II Paleologo,gli scatenerà contro il mondo musulmano.

Nel dialogo si afferma che Maometto ha introdotto solo “cose cattive e disumane, come la sua direttiva di diffondere per mezzo della spada la fede”

Il papa è costretto a scusarsi ma precisa di di essere stato mal interpretato.
Il viaggio in Turchia è visto come un tentativo di riconciliazione con l’Islam.

Anche con gli ebrei i rapporti sono stati complicati e caratterizzati da alti e bassi.

Nella sua visita in Israele invita i credenti nell’Unico Dio a operare instancabilmente per salvaguardare i cuori umani dall’odio, dalla rabbia o dalla vendetta.

Liberalizza la messa in latino e revoca la scomunica ai vescovi lefebvriani. Un altro passo verso il ritrovo dell’unità della chiesa che si traduce in un autogol. Tra i vescovi, c‘è anche il negazionista

Richard Williamson. Qualche mese prima questi aveva negato l’esistenza delle camere a gas.

Benedetto apre al preservativo, giustificato, in alcuni casi, sostiene nel suo libro “Luce del mondo”, anche se ribadisce che non è la soluzione di tutti i mali.

Sulla pedofilia, Benedetto XVI dirà “ i fatti non mi hanno colto di sorpresa del tutto. Alla Congregazione
per la Dottrina della Fede, Ratzinger si era già occupato dei casi americani. Sullo scandalo il Papa bacchetta i media, e il loro “evidente compiacimento nel mettere alla berlina la Chiesa”.

Tuttavia, se ciò ha fatto venire alla luce il problema, non si può non essere grati, dice ancora.