ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia: per il Pd maggioranza solo alla Camera. Berlusconi per grandi intese, no di Grillo

Lettura in corso:

Italia: per il Pd maggioranza solo alla Camera. Berlusconi per grandi intese, no di Grillo

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti gli scenari sono possibili in Italia, anche un ritorno alle urne. Pierluigi Bersani, il leader del Partito Democratico che vince solo alla Camera dovrebbe rivolgersi al Parlamento per indicare alcune riforme necessarie e testare le forze presenti. Sembra improbabile l’intenzione di aprire a Berlusconi.

Beppe Grillo ha detto che ostacolerà un “governissimo”, mentre il leader del pdl è apparso favorevole all’ipotesi larghe intese. Primo partito alla Camera con il 25,5 per cento dei voti, il Movimento 5 stelle ha provocato un terremoto politico. Il Pd lo segue con il 25,4 per cento, quasi 3 milioni e mezzo di voti in meno rispetto al 2008. Il Pdl passa dal 37,4 al 21,5.
Al Senato situazione di parità. Nessuno raggiunge la maggioranza, fondamentale dunque l’accordo con Grillo. Il Quirinale vuole evitare nuove elezioni e ora si apre il difficile periodo delle consultazioni

“E’ un disastro limitato perché qualcosa accadrà”, afferma James Walston , docente di scienza politica all’American University a Roma. “Devono farlo. Il presidente Napolitano e chi ha vinto o quasi vinto dovranno raggiungere un accordo. Ci saranno alcuni mesi molto dolorosi, fino a quando non si delineerà una situazione di stabilità, ammesso che questa si verifichi”.