ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia ingovernabile. Pd spunta la Camera. Senato in stallo. Grillo primo partito

Lettura in corso:

Italia ingovernabile. Pd spunta la Camera. Senato in stallo. Grillo primo partito

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Italia senza il Papa, senza il capo della polizia e ora anche senza un governo. Le urne hanno emesso un verdetto: i mister B sono 3. Bersani Berlusconi e Beppe, inteso come Grillo.

In numeri significa: il centro sinistra la spunta alla camera e con uno scarto di 124.000 voti ottiene il premio di maggioranza. Ma al Senato è lo stallo, con il Pdl in risicato vantaggio sul Pd e nessuna maggioranza.

Ma il vero vincitore di queste elezioni è Grillo con il Movimento a 5 Stelle: con quasi 9 milioni di voti è il primo partito del Paese, davanti al Popolo delle Libertà ma anche davanti al Partito Democratico.

Un risultato forse addirittura maggiore di quello che Grillo potesse auspicare e che potrebbe costringerlo ad assumere responsabilità maggiori di quelle preventivate, a meno che non si opti per la corsa al massacro di un nuovo voto.

E’ il paradosso di queste elezioni: impossibile governare benchè siano chiarissimi sia il vincitore che il perdente. La Scelta Civica di Mario Monti è a cavallo di un 10% che la rende del tutto ininfluente ai fini di possibili alleanze. Sconta una salita in campo dell’ultimo minuto. E, per un certo numero di elettori, l’Imu deve aver fatto un balzo diretto dalle tasche alle urne.