ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Teheran boccia Argo. "Propaganda, manipola la storia"

Lettura in corso:

Teheran boccia Argo. "Propaganda, manipola la storia"

Teheran boccia Argo. "Propaganda, manipola la storia"
Dimensioni di testo Aa Aa

“Un film che manipola la storia”. Così la stampa iraniana liquida l’Oscar ad Argo. Per molti a Teheran il film statunitense capovolge gli avvenimenti: un giudizio che stronca la pellicola, togliendogli ogni credibilità storica.

“Non ho ancora visto tutto il film. Argo non mi è parso così attraente da spingermi a guardare il resto… La mia sensazione è che lo abbiano premiato per motivi più politici che artistici. Non penso abbiano voluto premiare la scenografia o la sceneggiatura”.

“Se cerchiamo motivi politici dietro la premiazione credo che sbagliamo, agli Oscar non funziona così. Hanno giudicato Argo, e lo hanno premiato”.

Argo mette in scena il sequestro di 52 cittadini statunitensi a Teheran, nel corso della rivoluzione. Un sequestro compiuto da un gruppo di studenti, che hanno tenuto gli ostaggi per più di un anno e mezzo.

Contro il film si sono espresse anche le agenzie ufficiali vicine ai Pasdaran, che hanno definito Argo un pezzo della propaganda statunitense, che punta a nascondere le sconfitte degli Usa nel trentennale scontro con l’Iran.