ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, dialogo: governo Assad apre ma non apre, opposizione chiude senza chiudere

Lettura in corso:

Siria, dialogo: governo Assad apre ma non apre, opposizione chiude senza chiudere

Dimensioni di testo Aa Aa

Inedita apertura al dialogo da parte del regime siriano: l’ha espressa il Ministro degli Esteri di Damasco, Walid al Moualem, nel corso di una visita a Mosca.

Inviti al dialogo erano stati espressi anche in altre occasioni, ma mai finora a un livello così alto.
Al Moualem ha detto che l’apertura al dialogo vale anche per chi “ha le mani sporche di sangue”, ma ha anche avvertito che la “lotta al terrorismo”, e quindi la repressione della ribellione armata, proseguirà.

Al Cairo, in Egitto, la reazione di Moaz al Khatib, leader del Consiglio Nazionale Siriano, è improntata alla prudenza: non gli risulta che dal regime sia stato cercato alcun contatto con l’opposizione, finora. In ogni caso, l’opposizione ha sempre rifiutato il dialogo senza la precondizione dell’uscita di scena di Assad.

L’ex ambasciatore statunitense in Siria, oltre che Libano, Kuweit e Afghanistan, Ryan Crocker, intervistato da Euronews, auspica il rilancio del ruolo diplomatico della Turchia, che, dice, insieme ad altri paesi della regione “potrebbe individuare e incoraggiare i moderati da una parte e dall’altra, per cercare un accordo”.

“Se accadesse questo – aggiunge – penso che poi non sarebbe eccessivamente complicato convincere anche gli elementi più radicali, dalla parte di Assad o dell’opposizione. Penso che si possa fare”