ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chiesa. Accuse al cardinale scozzese O'Brien

Lettura in corso:

Chiesa. Accuse al cardinale scozzese O'Brien

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima di uscire davvero di scena, il Papa si ritrova sul tavolo un altro dossier non da poco: colpisce il cardinale scozzese Keith O’Brien, il più alto porporato britannico, uno di quelli che hanno diritto di voto nel conclave del mese prossimo per eleggere il nuovo Papa.

O’Brien è accusato di non meglio precisati “comportamenti non appropriati” risalenti ad oltre 30 anni fa. O’Brien nega ed ha preannunciato la propria partenza per Roma, ma intanto ha rinunciato a celebrar messa, questa domenica, nella sua Cattedrale di St Mary, a Edinburgo.

Tra fiducia e sconcerto la reazione dei fedeli: “Abbiamo fiducia nel fatto che la Chiesa possa prendere le giuste decisioni. Ci sono buoni leader e ne verremo fuori bene, qualunque cosa succeda”.

“Penso che ovviamente dovranno rispondere a un po’ di domande su queste vicende, esattamente come è successo di dover rispondere a un bel po’ di domande non molto tempo fa” dice un’altra residente di Edimburgo.

In giornata il Papa aveva celebrato il suo ultimo Angelus. Ai fedeli ha spiegato il senso del suo allontanamento: “Il Signore – ha detto – mi chiama a salire sul monte per dedicarmi ancora di più alla preghiera e alla meditazione. Ma questo non significa abbandonare la Chiesa. Anzi: se Dio mi chiede questo è proprio perché io possa continuare a servirla con la stessa dedizione e lo stesso amore”.