ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Zona euro in recessione nel 2013. Bruxelles rivede le stime

Lettura in corso:

Zona euro in recessione nel 2013. Bruxelles rivede le stime

Dimensioni di testo Aa Aa

I numeri smentiscono ogni piu’ rosea aspettativa. La Commissione europea prevede un altro anno di recessione per la zona euro e la ripresa si intravede solo a fine anno . Il commissario agli affari economici Olli Rehn non nasconde una certa amarezza: “Abbiamo ricevuto dati deludenti dalla fine dell’anno scorso- dice- ma abbiamo ricevuto qualche dato piu’ incoraggiante proprio negli ultimi giorni che lascia sperare per la ripresa della fiducia degli investitori in futuro”-

L’anno prossimo ci sarà una contrazione del prodotto interno lordo dello 0,3% nella zona euro. Le previsioni peggiori sono per la Grecia con un meno 4, 4%, molto male anche Cipro meno 3,5%. Peggiorano anche le stime di crescita per l’Italia, previsto un meno 1% del Pil, a causa soprattutto del calo dei consumi e della stretta creditizia nel settore privato.

Brutte notizie poi sul fronte lavoro. La disoccupazione salirà al 12,2 % nella zona euro, con una netta frattura tra Nord e Sud dell’Europa, la situazione peggiore si registrerà in Grecia, Spagna e Portogallo, mentre la disoccupazione è quasi intesistente in Austria, Germania e Lussemburgo.

Secondo l’economista Hans Martens l’Europa ha scelto la ricetta sbagliata: “E’ un disastro non solo per le istituzioni europee ma anche per gli stati membri perché questo mostra che gli stati non hanno fatto abbastanza per stimolare la crescita e l’occupazione in Europa”.

Sale il livello del debito pubblico nella zona euro, pari al 95,1% del Pil, il peggior record negativo dall’arrivo dell’euro.