ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tifosi aggrediti, Lione 'ostaggio' dei gruppi di estrema destra

Lettura in corso:

Tifosi aggrediti, Lione 'ostaggio' dei gruppi di estrema destra

Dimensioni di testo Aa Aa

Tifosi inglesi ubriachi in trasferta e un’associazione locale di estrema destra. Questo il cocktail che ha scatenato la violenza alla vigilia di una partita di calcio a Lione.

Nel centro storico della città francese, pieno di turisti e di ristoranti arabi, è nata un’associazione filonazista.

La presenza dei tifosi del Tottenham, il club che viene identificato come espressione della comunità ebraica di Londra, ha rappresentato un’occasione per i giovani dell’organizzazione chiamata ‘Gli identitari’:

“Da quello che sappiamo, tra le tre persone arrestate c‘è un membro del movimento – spiega Laurent Burlet, un giornalista locale – Ciò significa che ci potrebbe essere una motivazione politica dietro questi atti. Ma è troppo presto per dirlo. Quello che è certo è che i sostenitori più violenti dell’Olympique Lione sono reclutati dalla destra radicale”.

L’aggressione ai tifosi ha svelato una realtà complessa. Tanti lavoratori stranieri sono costretti a subire le minacce di chi predica l’ideologia della razza.

“Il loro obiettivo è quello di prendersi il territorio, non di tutelarlo, contrariamente a quello che dicono – sostiene un commerciante che vuole rimanere anonimo – Non nascondono il loro volto, chiunque li conosce e li riconosce. A volte li vediamo fare il saluto nazisti”.

“Alcuni ristoratori di St Jean hanno subito degli attacchi – aggiunge un ristoratore – Anziani, donne, famiglie, bambini, commercianti, artigiani, professionisti, tutti qui sanno che il quartiere appartiene agli Identitari”.

Il giorno dopo l’aggressione ai tifosi del Totthenam, la polizia, accusata di essere intervenuta in ritardo, presidia l’area. Il clamore suscitato ha spinto le autorità a un giro di vite contro i gruppi organizzati.