ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Decine di morti e 4 autobomba a Damasco

Lettura in corso:

Decine di morti e 4 autobomba a Damasco

Dimensioni di testo Aa Aa

Devastazione e persone che si aggirano spaesate fra le macerie. È questo lo scenario nel centro di Damasco dove è esploso un automezzo che ha fatto almeno 50 vittime, ma la stima è per difetto.
Il mezzo trasportava qualcosa come una tonnellata e mezzo di esplosivo. Il kamikaze a bordo avrebbe azionato il detonatore a un posto di blocco, poco lontano della sede del partito Baath. La deflagrazione è stata talmente violenta da distruggere auto a 300 metri dall’esplosione e scavare una voragine sul luogo.

Poco dopo alcuni obici sono stati sparati contro la sede del partito di governo. Altri due mezzi sarebbero esplosi in altrettante parti della città e la polizia ha annunciato di aver fermato un’altra persona che aveva a bordo almeno 300 chili di esplosivo al plastico prima che li facesse detonare.

Questa è un’accellerazione nel conflitto dato che finora il centro di Damasco era stato relativamente risparmiato negli ultimi due anni di guerra civile.

Nel frattempo il ministro degli esteri britannico William Hague è a Beirut in Libano per incontrare il premier e il presidente libanesi. Ha promesso un sostegno britannico al paese che deve accogliere numerosi rifugiati e ha esortato Bashar al Assad a discutere con l’opposizione anche se non si capisce come, dato che l’opposizione si è detta disposta a sedersi attorno a un tavolo purché agli incontri non partecipi Bashar al Assad.