ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Famiglia francese rapita in Camerun

Lettura in corso:

Famiglia francese rapita in Camerun

Dimensioni di testo Aa Aa

Una famiglia francese di sette persone è stata sequestrata in Camerun. Gli ostaggi, tre adulti e quattro bambini, stavano facendo un safari all’interno del parco di Waza, quando sono stati rapiti e trasferiti oltre il confine con la Nigeria. Preoccupato il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drian: “Crediamo che dietro al rapimento ci sia il gruppo Boko Haram, ma finora non c‘è alcuna rivendicazione. Ora sfortunatemente il terrore arriva dopo l’orrore. Adesso questo gruppo sta rapendo bambini”.

Boko Haram è un’organizzazione jihadista diffusa nel nordest della Nigeria che mira tra l’altro all’imposizione della sharia. E tra gli abitanti del Camerun c‘è angoscia:

“Sono preoccupata – sostiene Marie Gisèle Alima, che abita a Douala – perché sono cose di cui mai abbiamo sentito parlare nel nostro Paese, siamo una nazione pacifica. Non ci sono conflitti e non abbiamo relazioni con i terroristi”.

E’ la prima volta che dei bambini vengono rapiti e tra i cittadini francesi che vivono in Africa sale lo sgomento: “Pensavamo – dice Coraline Molinie, che abita a Douala – di essere al riparo qui in Camerun da questi gruppi islamisti ma sfortunatamente abbiamo realizzato che anche qui c‘è una forte presenza di queste forze”.

Finora non si hanno notizie sulle condizioni degli ostaggi. Il presidente francese François Hollande non ha voluto collegare il rapimento all’intervento del suo esercito in Mali.