ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eutanasia per i minorenni. In Belgio si apre il dibattito sull'ultimo tabu'

Lettura in corso:

Eutanasia per i minorenni. In Belgio si apre il dibattito sull'ultimo tabu'

Dimensioni di testo Aa Aa

In Belgio l’eutanasia esiste da dieci anni ma ora potrebbe essere consentita anche ai minorenni. Si è aperto il dibattito parlamentare su quest’ultimo tabu’. I senatori hanno ascoltato diversi esperti medici tra cui questa pediatra a Bruxelles.

La professoressa Dominique Biarent, a guida dell’unità di cure intensive all’ospedale universitario pediatrico Regina Fabiola:

“Come medici, cerchiamo sempre di guarire le persone. Il nostro primo dovere è di cercare di guarire i pazienti. Ma naturalmente il secondo dovere è di prenderci cura di loro. E prendersi cura significa anche dar loro le condizioni per morire con dignità”.

La liberalizzazione dell’eutanasia per i minorenni, sottolinea la Professoressa Dominique Biarent, non dovrebbe in nessun caso alimentare una sorta di turismo della morte.

“E’ un lungo processo. Non si puo’ prendere un biglietto e dire ok vado per l’eutanasia. E’ impossibile e nessuno l’accetterebbe. Mai!

Il Senato belga ha iniziato ad ascoltare degli esperti su iniziativa di Philippe Mahoux. E’ stesso senatore che nel 2002 firmo’ la legge belga che dà il diritto di morire agli adulti in alcuni casi precisi.

Phillippe Mahoux, senatore socialista: “Quando abbiamo discusso la legge sull’eutanasia, molti di noi hanno detto che c’erano dei bambini, degli adolescenti che rispetto alla malattia e rispetto alla morte, a causa di quel che vivevano, avevano una lucidità piu’ importante degli adulti”

Le associazioni per la difesa della vita sono contrarie all’eutanasia in ogni caso.

La Chiesa Cattolica Belga si oppone fermamente all’eutanasia per i minorenfenni, come spiega Tommy Sholtes, portavoce della Conferenza episcopale: “Noi proponiamo cure palliative somministrate dai medici ed eventualmente anche il coma indotto con i farmaci per evitare ogni sofferenza”

Attualmente l’eutanasia in Belgio è consentita agli adulti in casi precisi : quando la situazione medica è senza speranze e quando c‘è una richiesta ripetuta da parte del paziente con piena facoltà di intendere e di volere. Il dibattito sulla riforma è solo agli inizi.