ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlino avverte Ue: troppi migranti da est, rischio xenofobia

Lettura in corso:

Berlino avverte Ue: troppi migranti da est, rischio xenofobia

Dimensioni di testo Aa Aa

Troppi immigrati in Germania e il governo di Berlino chiede l’intervento dell’Unione europea.

Nel 2011 hanno varcato il confine tedesco 150mila cittadini bulgari e romeni, in maggioranza di etnia rom. Una fuga dalla povertà che il Paese più ricco del Vecchio Continente non riesce a gestire da solo, secondo quanto dichiarato dal suo ministro dell’Interno.

“Qui c‘è lavoro, c‘è tutto – spiega Kaldar Cesar, un immigrato romeno – Non ho un alvoro, ma lo sto cercando. Qui percepiamo degli assegni familiari, niente di più”.

Intere comunità e villaggi emigrano al completo nella stessa città in Germania, in particolare nelle regioni della Baviera, dell’Assia, del Nordreno-Westfalia e a Berlino. Un arrivo in massa che pesa sul sistema sociale ed educativo, a partire dalle scuole elementari:

“Ogni mese, abbiamo 20 a 30 bambini che arrivano dalla Romania e dalla Bulgaria – ricorda Franziska Giffey, responsabile del distretto scolastico di
Neukoelln – Li sistemiamo negli edifici scolastici esistenti, siamo sempre alla ricerca di nuovi spazi per loro, ma siamo al limite della capacità. Tra un po’ non ci sarà più posto per tutti”.

Berlino chiede di gestire a livello continentale l’emergenza migranti, mentre l’opposizione socialdemocratica lancia l’allarme: i crescenti arrivi di immigrati potrebbero causare un aumento della xenofobia.