ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo carne equina: Spanghero riottiene parte delle licenze

Lettura in corso:

Scandalo carne equina: Spanghero riottiene parte delle licenze

Dimensioni di testo Aa Aa

Via libera per la produzione di carne macinata e per piatti cucinati, ma niente conservazione di materie prime congelate. Riottiene parte delle certificazioni sanitarie che le erano state revocate la Spanghero, al centro dello scandalo della carne di cavallo che ormai coinvolge più di dieci Paesi europei.

Le autorità avevano proceduto alla sospensione dopo la scoperta di carne equina in prodotti che non avrebbero dovuto contenerne. Molti lavoratori tirano un sospiro di sollievo, anche se qualche inquietudine resta: “Ho cercato di riposarmi, impossibile, impossibile dormire, impossibile – dice un dipendente -. Da sabato non dormo, non so come faccio a reggere. Sono stanchissimo, ma sono talmente contento di tornare al lavoro, non potete capire”. “È già qualcosa, almeno si salvano i posti di lavoro – dice un altro -. Ma avremo i clienti per lavorare come prima? Non so. Riprendere il lavoro è un bene, per ora. Non dico di no…”.

Secondo Parigi Spanghero sarebbe stata consapevole di vendere carne equina etichettata come bovina. Da qui la revoca, la settimana scorsa, dei permessi all’azienda, che nega le accuse. Venerdì sarà divulgato il risultato del rapporto in merito all’inchiesta domandata dal governo.