ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La rapina a Bruxelles allarma l'industria del diamante

Lettura in corso:

La rapina a Bruxelles allarma l'industria del diamante

Dimensioni di testo Aa Aa

Quella di Bruxelles è stata una delle più grandi rapine di diamanti mai avvenute al mondo.

Difficile che possano essere recuperati. Ne sono convinti ad Anversa, capitale dei diamanti.

Euronews ha fatto visita al World Diamond Centre, molti venditori parlano di una vera e propria mazzata, commentando la rapina del decennie che ha fruttato un bottino equivalente a 37 milioni di euro.

“È imbarazzante che in un aeroporto internazionale otto uomini armati abbiamo accesso alla pista. Quello che ci preoccupa veramente è il fatto che lavoriamo con l’aeroporto di Bruxelles perché il livello di sicurezza è molto elevato – spiega
Caroline De Wolf, portavoce del World Diamond Centre – La domanda di diamanti è molto molto alta, per questo credo che difficilmente possano essere recuperati”.

Per Anversa passa l’80% del commercio globale dei diamanti grezzi e il 50% di quelli lavorati.

Qui avvenne il furto più grande della storia: nel febbraio 2003, pietre per un valore di 100 milioni di euro furono portate via dal caveau del Centro mondiale dei diamanti.

“Dieci anni fa, una banda italiana penetrò in questo edificio, sede del World Diamond Centre, grazie a delle informazioni ricevute dall’interno. Il capo di quella banda era un dipendente – conclude il corrispondente di eurones a Bruxelles, James Franey – Molti commercianti nel quartiere dei diamanti dicono che il colpo di Bruxelles è stato portato a termine con una tale precisione da far pensare, anche in questo caso, alla presenza di un basista”.