ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Famiglia francese rapita in Camerun

Lettura in corso:

Famiglia francese rapita in Camerun

Dimensioni di testo Aa Aa

Sette cittadini francesi appartenenti a una stessa famiglia sono stati rapiti in Camerun. Si tratta di due bambini e due bambine, un parente e i loro genitori, che lavorano nel sud del Paese per la compagnia del gas francese GDF.

Il sequestro è avvenuto nel nord del Paese, al confine con la Nigeria, nei pressi del Parco Nazionale di Waza e del lago Ciad, località frequentata da turisti occidentali.

Confermando la notizia, Parigi ha attribuito la responsabilità a un gruppo di terroristi, con particolare riferimento alla setta islamica Boko Haram.

“Con l’intervento militare nel nord del Mali – spiega l’esperto di movimenti islamisti radicali Mathieu Guidère – ora si sono tutti uniti contro un nemico comune che è la Francia e quindi siamo piuttosto in una logica di terrorismo regionale che in quella di un islamismo radicale locale”.

Il rischio di sequestri di cittadini francesi e di attacchi contro obiettivi francesi è aumentato in seguito all’intervento militare di Parigi volto a sostenere le forze governative del Mali nella lotta ai ribelli islamici nel nord del Paese.