ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria. L'ombra di Hezbollah riappare sul conflitto

Lettura in corso:

Siria. L'ombra di Hezbollah riappare sul conflitto

Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno due militanti di Hezbollah e 5 ribelli siriani sono morti nelle ultime 48 ore in scontri al confine tra Siria e Libano.

Secondo fonti della ribellione siriana gli scontri sarebbero cominciati quando i combattenti libanesi che controllano 8 villaggi al confine con la Siria hanno tentato di prendere il controllo di altri 3 villaggi sunniti.

E mentre si riapre la questione dell’appoggio di Hezbollah al regime di Damasco, il mediatore internazionale per la Siria Lakhdar Brahimi ha lanciato un appello ad opposizione siriana e governo per l’avvio di un dialogo sotto l’egida dell’Onu:

“Crediamo che se si avvia un dialogo, almeno inizialmente nel quadro delle Nazioni Unite, tra l’opposizione e una delegazione credibile del governo siriano, crediamo che sarebbe un buon inizio per portare la Siria fuori dal buco nero nel quale è sprofondata” ha detto Brahimi.

Un appello a tutte le parti del conflitto per l’avvio di un dialogo è arrivato anche dal Primo ministro siriano Wael Al-Halqi. Un pulpito, quello del governo di Damasco, dal quale l’opposizione siriana non sembra troppo disposta a ricevere prediche.