ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Guida Michelin 2013 premia il territorio

Lettura in corso:

La Guida Michelin 2013 premia il territorio

La Guida Michelin 2013 premia il territorio
Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia torna protagonista nella guida Michelin.

La bibbia della gastronomia ha concesso le tre stelle a 27 chef transalpini, uno in più del 2012, permettendo ai mestoli di Francia di consolidare il secondo posto alle spalle dei giapponesi.

Il vantaggio di giocare in casa premia anche i ristoranti minori. In 39 hanno ottenuto la prima stella, due nella sola Borgogna:

“Abbiamo un buon livello di fidelizzazione del cliente, ma non siamo mai sicuri di noi stessi – spiega Sylvain Gohier chef del ristorante Quartier Gourmand – Cerchiamo di evitare di pensarci troppo. E ora abbiamo la testa fra le nuvole, vogliamo solo festeggiare tutti insieme”.

Nel 2013, Michelin ha voluto premiare la cucina regionale e soprattutto il territorio. Le stelle – è scritto nella guida – sono un tributo alla gastronomia che si ispira al territorio.

“È un piacere, naturalmente – ammette Valery Meulien, titolare di Chez Meulien – È bello essere conosciuti, essere stati notati. Ci dà una grande spinta, ci permette di progredire”.

La new entry nell’olimpo delle tre stelle è Arnaud Donckele, 35 anni, famoso per la sua cucina che celebra il Mediterraneo e la Provenza. Secondo la Guida Michelin, il ristorante la Vague d’or di Donckele vale da solo il viaggio a Saint-Tropez.