ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio: no alla libertà condizionale per Dutroux

Lettura in corso:

Belgio: no alla libertà condizionale per Dutroux

Dimensioni di testo Aa Aa

Il tribunale di Bruxelles ha detto no alla libertà condizionale con braccialetto elettronico chiesta da Marc Dutroux.

I familiari delle vittime hanno accolto con sollievo la decisione che, hanno detto, rispecchia le loro speranze.

Secondo i giudici, non c‘è nessuna prospettiva di reinserimento sociale per il pedofilo di Marcinelle, il criminale più detestato in Belgio.

“Un uomo simile non dovrebbe mai uscire per tutta la vita”, commenta una belga, “Quello che ha fatto è inammissibile, imperdonabile”.

“La legge va rispettata per tutti i cittadini”, aggiunge un’altra donna, “Se dunque Marc Dutroux non è stato liberato, suppongo che ci siano dei giudici che hanno rispettato la legge e un tribunale dell’applicazione della pena che ha fatto il suo lavoro”.

Arrestato nel 1996, Dutroux è stato condannato
all’ergastolo per aver rapito e violentato sei bambine, causando la morte di 4 di loro.

Ad aprile, scontato un terzo della pena assimilata a 45 anni, potrà chiedere la scarcerazione. Poche le chance che la ottenga.

“Nei mesi a venire, Dutroux tornerà all’attacco per chiedere la libertà condizionale pura e semplice, cioè senza braccialetto elettronico”, commenta da Bruxelles Gülsüm Alan di euronews, “Preoccupata, la madre di Marc Dutroux ha avvertito che suo figlio, parole sue, è un recidivista nell’anima”.