ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Kosovo celebra il quinto anniversario dell'indipendenza

Lettura in corso:

Il Kosovo celebra il quinto anniversario dell'indipendenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Kosovo celebra il quinto anniversario dell’indipendenza alla luce di un miglioramento nei rapporti con la Serbia, ma segnato da una precaria situazione economica, oltre che da una diffusa corruzione e criminalità. Una parata militare ha accompagnato le celebrazioni a Pristina, dove Hashim Thaci ha ribadito la determinazione del suo governo di integrare l’ex provincia serba nella comunità euro-atlantica.

Per integrarsi a Nato e Unione europea c‘è ancora molto lavoro da fare, ha spiegato il premier. Così come per altri ambiti: “Abbiamo fatto qualche progresso, ma non nel modo che speravamo – dice un kosovaro -. La cosa principale è che siamo liberi di esprimerci. Vogliamo però che i leader e il governo lavorino più duramente. La disoccupazione è un grosso problema”.

Pochi giorni fa l’Unione europea ha pubblicato un rapporto che fa emergere l’incapacità del Kosovo di combattere il crimine organizzato e la corruzione: “Sappiamo che ci sono questioni dal punto di vista della legge, problemi di corruzione, sappiamo che mancano leggi e che quelle esistenti non sono implementate – ha detto Samuel Zbogar, rappresentante Ue in Kosovo -. I kosovari lo sanno, e lo sappiamo anche noi”.

Il cammino per il giovane Stato è ancora lungo e difficoltoso. L’indipendenza del Kosovo – dichiarata in modo unilaterale – è stata riconosciuta da un centinaio di Paesi e il suo statuto resta tuttora controverso.