ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

G20: no alla guerra delle valute

Lettura in corso:

G20: no alla guerra delle valute

Dimensioni di testo Aa Aa

I G20 hanno escluso una guerra delle monete e hanno ribadito la necessità di uniformare le politiche fiscali. I Paesi riuniti a Mosca si sono impegnati a non compiere svalutazioni competitive delle proprie valute e a non determinare obiettivi per i tassi di cambio.

Inoltre, Germania, Gran Bretagna e Francia hanno proposto di armonizzare il sistema fiscale globale per evitare che le multinazionali sfuggano alle tasse.

“Il contesto economico ora – spiega il ministro delle finanze di Parigi, Pierre Moscovici – è quello di un mondo globalizzato in cui ci sono più investimenti e il capitale scorre e in cui nuove forme di business si stanno sviluppando specialmente nel settore digitale. Dobbiamo assicurarci che questa nuova forma di business paghi la sua parte. Dobbiamo evitare che qualche compagnia possa sfruttare le norme internazionali e nazionali per non essere tassata da nessuna parte.”

Infine, la Russia ha fatto presente che il rilancio della crescita mondiale passa innanzitutto da riforme strutturali in ogni Paese e non dall’aggiustamento dei tassi di cambio.