ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I giovani in Puglia tra disoccupazione e lavoro nero

Lettura in corso:

I giovani in Puglia tra disoccupazione e lavoro nero

Dimensioni di testo Aa Aa

Per i giovani del Sud Italia diventa sempre più difficile entrare nel mondo del lavoro. La disoccupazione giovanile aumenta e i laureati non hanno opportunità. I giovani se ne vanno verso nord oppure rimangono, accettando il lavoro nero, che in Puglia rappresenta il 40% del mercato del lavoro e che a volte è anche una fonte di reddito integrativa per i cassintegrati. C‘è ancora qualche speranza? Durante i negoziati sul bilancio europeo 2014-2020, i capi di Stato e di governo hanno stanziato 6 miliardi di euro per favorire l’occupazione giovanile. L’Italia riceverà una fetta importante di questi fondi. Inoltre, la Commissione europea propone che tutti gli Stati dell’Unione si impegnino ad assicurare ai giovani un lavoro o un’occasione di formazione e riqualificazione entro 4 mesi dalle fine del loro percorso di studi.

Per ascoltare l’intervista completa in italiano a Ida Ziccolella, del Centro per l’impiego di Bari, clicca qui:
Bonus intervista: Ida Ziccolella

Per ascoltare l’intervista completa in italiano al ricercatore Vito Belladonna, esperto del mercato del lavoro, clicca qui:
Bonus intervista: Vito Belladonna

Vito Pertosa, presidente del gruppo MerMec, parla dell’innovazione nel business nel sud Italia e delle sfide dello sviluppo del mercato del lavoro.
Bonus intervista: Vito Pertosa

Il co-fondatore di Black Shape Angelo Petrosillo commenta la situazione economica e il mercato del lavoro nel sud Italia.
Bonus intervista: Angelo Petrosillo