ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bagni fuori servizio per 3000 passeggeri. La crociera da incubo

Lettura in corso:

Bagni fuori servizio per 3000 passeggeri. La crociera da incubo

Dimensioni di testo Aa Aa

Gioia per aver toccato terra, indignazione per l’Odissea vissuta in mare.

Agrodolci i primi commenti a caldo degli oltre 3.000 passeggeri della Carnival Triumph, al suo attracco in Alabama.

Molti di loro danno soprattutto voce alle precarie condizioni d’igiene causate dal black-out elettrico, provocato da un incendio nella sala macchine, che domenica aveva mandato in avaria i motori della nave da crociera.

“Raggiungere il bar era impossibile – racconta indignata una donna -: il pavimento era ricoperto di escrementi e per attraversare la sala bisognava camminarci dentro. Era davvero rivoltante. Abbiamo cercato di non mangiare”.

“L’odore era disgustoso, insopportabile – le fa eco un’altra passeggera -. E col passare del tempo non faceva che peggiorare. Più che una vacanza, èstata una lotta per la sopravvivenza”.

“Avrebbe potuto risolversi in una catastrofe – dice un’altra -. E’ un miracolo che non abbiamo finito per bruciare vivi. Ci hanno detto di andare al letto tranquilli, proprio quando tutti gli allarmi suonavano per l’incendio”.

Messi fuori uso anche impianto di aerazione e sistema di ristorazione, le fiamme hanno costretto a improvvisare giacigli nei corridoi e sui ponti.

Un rimborso integrale di viaggio e ritorno a casa a tutti i passeggeri, il primo passo annunciato dalla compagnia.