ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pistorius, il primo atleta con le protesi alle Olimpiadi

Lettura in corso:

Pistorius, il primo atleta con le protesi alle Olimpiadi

Dimensioni di testo Aa Aa

Icona del mondo della disabilità, star dello sport. Oscar Pistorius – classe 1986 – perde le gambe a 11 mesi, gli vengono amputate per una malformazione. Nonostante questo si dedica allo sport a fondo: pallanuoto, cricket, boxe. A 16 anni comincia a correre con le protesi, vince la prima medaglia d’oro in carriera alle Paraolimpiadi di Atene, in totale ne ottiene sei tra il 2004 e il 2012.

Blade Runner – uno dei suoi soprannomi – si è dovuto scontrare con le critiche sulle protesi utilizzate in gara. Nel 2008 il tribunale dello Sport gli dà ragione, smentendo la Federazione internazionale di Atletica secondo la quale le protesi in fibra di carbonio gli assicurano un vantaggio.

Pistorius diventa così il primo atleta disabile a competere con i cosiddetti normodotati. La prima occasione sono i mondiali di Daegu in Corea del Sud nel 2011, dove vince l’argento nella staffetta.

A Londra 2012 arriva in semifinale nei 400 percorrendoli e in finale della 4 per 400. Tra le 100 persone più influenti del pianeta secondo Time Magazine, Pistorius è un simbolo per il Sudafrica che lo scorso anno lo ha anche premiato per il suo contributo allo sport.