ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Basta violenza": un milione di donne nel mondo protestano a passo di danza

Lettura in corso:

"Basta violenza": un milione di donne nel mondo protestano a passo di danza

Dimensioni di testo Aa Aa

A passo di danza per dire basta alla violenza contro le donne. “Un miliardo di persone che ballano per strada nel mondo sono una rivoluzione”, dice la scrittrice Eve Ensler, promotrice della campagna
“One Billion Rising.”

Dalle Filippine alla Turchia, passando per l’Albania e l’Australia: nel giorno di San Valentino il no delle donne ai crimini si leva in oltre 200 Paesi come una sola voce.

Eve Ensler, 59 anni, è l’autrice dei satirici
“Monologhi della vagina” che sono stati tradotti in 48 paesi e sono diventati il manifesto del V-Day, che promuove la dignità della donna attraverso il contatto con le singole realtà locali.

Si balla per dire che quel corpo che gli uomini vogliono ferire non si piega: un messaggio che ha attraversato anche tutta l’Europa dove la musica e la danza hanno fatto da cassa di risonanza a
questa battaglia per la libertà.

“Si tratta di un’iniziativa di sensibilizzazione molto importante in Europa e, in generale, nel mondo”, spiega Viviane Teitelbaum, presidente della Lobby Europea delle Donne. “L’obiettivo è la tolleranza zero, bisogna fare e applicare leggi per punire la violenza contro le donne.”

“Un miliardo di donne stuprate sono un’atrocità” recita lo slogan della campagna che ha raccolto l’adesione di oltre 5.000 associazioni.

La richiesta è che il 2015 sia istituito come ‘Anno Europeo contro la violenza di genere’.