ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bahrein ancora in lutto mentre celebra i 2 anni dalla rivolta


Bahrein

Bahrein ancora in lutto mentre celebra i 2 anni dalla rivolta

Il secondo anniversario della rivolta nel Bahrein è ancora nel segno del lutto e della repressione.

Le celebrazioni in diversi villaggi sciiti sono degenerate in violenti scontri con la polizia: un sedicenne è morto, colpito al petto da pallini di piombo. Diversi i feriti.

Domenica l’avvio del dialogo tra opposizione e governo per uscire dalla crisi che da 2 anni scuote l’arcipelago e ha causato 80 morti e diversi prigionieri politici, di cui Amnesty international reclama la liberazione.

“Mi chiamo Maryam Abu Deeb. Sono figlia di Mahdi Abe Deeb, un cittadino del Bahrein, presidente dell’Associazione Insegnanti. Mio padre è in prigione ormai da due anni, condannato a cinque anni per aver esercitato il suo diritto alla libertà di espressione”.

Sull’onda della primavera araba, nel 2011 era esplosa nel paese la collera della maggioranza sciita, duramente repressa dalla dinastia sunnita, con il sostegno militare dell’Arabia saudita.

Da allora, le richieste sono sempre le stesse: più democrazia e fine delle discriminazioni religiose ed etniche.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Pistorius arrestato per la morte della fidanzata