ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Carne di cavallo: controlli a tappeto e riunione UE d'urgenza

Lettura in corso:

Carne di cavallo: controlli a tappeto e riunione UE d'urgenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Si allarga in Europa lo scandalo della carne di cavallo spacciata come bovina. A Bruxelles oggi è tempo di riunione d’urgenza per fare il punto sulla maxi-truffa, dopo che le prime analisi hanno escluso rischi per la salute.

Chiusi in Gran Bretagna un macello e un’azienda, mentre i controlli, allargati anche a prodotti a base di pollo e maiale, continuano a tappeto, non sempre bene accetti:

“È assolutamente choccante aver riscontrato una tale pratica in Gran Bretagna”, sostiene Owen Paterson, il ministro britannico per l’ambiente, l’alimentazione e l’agricoltura, “Si tratta del primo caso. Stiamo seguendo la vicenda con tutto il potere investigativo di cui è dotata l’Agenzia per le regole alimentari”.

Le tracce dei diversi passaggi portano ai macelli rumeni, ma i produttori locali negano qualsiasi frode nell’etichettatura della loro carne equina.

“Nel corso del 2012, Carmolimp ha effettuato tre esportazioni di carne equina in Olanda, vale a dire tre camion e 60 tonnellate di carne in tutto”, dice Paul Soneriu, amministratore delegato di Carmolimp, “Questa carne è stata venduta come carne di cavallo a un prezzo che indica forte e chiaro che si tratta di carne di cavallo. Il nostro partner ha chiesto e ricevuto carne di cavallo, con tutti i documenti necessari”.

Dopo le lasagne Findus, anche nei prodotti della francese Picard sono state trovate tracce di carne di cavallo. Parigi ha aperto un’inchiesta per truffa.