ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vaticano, si apre la fase di transizione tra mille domande

Lettura in corso:

Vaticano, si apre la fase di transizione tra mille domande

Dimensioni di testo Aa Aa

Quale immagine più evocativa di questa per suggerire le ore convulse che sta vivendo il Vaticano?

Anche se fino al 28 febbraio tutto proseguirà come da programma, la rinuncia di Bendetto XVI ha aperto un’inedita fase di transizione, che alimenta dubbi e curiosità.

Il nostro inviato in Vaticano, Alberto De Filippis: “E’ già stato detto tutto con il bollettino ufficiale della Santa Sede. Con queste parole, non senza qualche imbarazzo, padre Federico Lombardi, nell’odierno incontro con i giornalisti, nella sala stampa della Santa Sede, si è espresso. Eppure, alcune domande sono rimaste inevase”.

La prima domanda riguarda il futuro di Ratzinger.

Padre Lombardi ha assicurato che il Papa non interverrà in alcun modo nel processo di elezione del suo successore. “Potete stare certi – ha aggiunto – che i cardinali che prenderanno parte al Conclave saranno totalmente autonomi nelle loro decisioni”.

E intanto è iniziato il totocandidati al Soglio Pontificio. Tra i “papabili”, il Cardinale Angelo Scola, in auge ancor più dopo che l’ipotesi di un Papa italiano è stata suffragata anche da Padre Georg Ratzinger, fratello di Joseph.

Ma è forte anche l’aspettativa per un Papa Sudamericano. E su questo, almeno, ognuno è libero di dire la sua.