ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il giocattolo connesso, la nuova tendenza a New York

Lettura in corso:

Il giocattolo connesso, la nuova tendenza a New York

Dimensioni di testo Aa Aa

Il mondo reale e quello digitale si incontrano, o si scontrano, nel regno dei giocattoli. Il duello si svolge in occasione della 110° edizione della Fiera americana del giocattolo, uno dei più importanti appuntamenti internazionali del settore, con oltre mille protagonisti, fra case produttrici, distributori, importatori e agenti di vendita.

Sempre di più il giocattolo integra le nuove tecnologie. Per piacere alle bambine del XXI secolo, ad esempio, le Barbie si vestono di elementi digitali. Ma ormai, quasi ogni prodotto gioca la carta della connessione con i social network.

Questa Fortezza Imaginext Mattel ospita al suo interno un iPad e anche il castello Disney Princess funziona in modo interattivo con l’iPad.

Lisa McKnight, è la vice presidente del settore marketing della Mattel:

“La tendenza è quella della connettività. Amplifichiamo le possibilità del gioco con le applicazioni.”

La vecchia scuola, comunque, resiste. Adrienne Appell segue i nuovi trend per l’associazione di categoria:

“Uno dei grandi filoni è il retrò. Sto vendendo i giocattoli della mia infanzia, o di quando i miei genitori o i miei nonni erano piccoli. È un ottimo modo per far divertire insieme tutta la famiglia.”

Le industrie stanno esplorando le nuove frontiere del marketing. E scoprono che, per presentare i nuovi giocattoli, i blog e i social network possono essere molto più efficaci di un classico spot pubblicitario.

John Frascotti dirige l’ufficio marketing della Hasbro.

“Stiamo usando il marketing digitale in modo più attivo. Il modo migliore per parlare del nostro marchio è quello di farci sostenere dagli utenti della rete. Pensiamo a un prodotto come My Little Pony, ad esempio. C‘è un’enorme base di consumatori che ne parla sul proprio blog o su twitter. “

Oggi i bambini sono sempre più connessi, oltre, ovviamente, ai loro genitori e parenti, ossia quelli che mettono mano al portafogli.