ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, primo sì alle nozze gay tra le proteste

Lettura in corso:

Francia, primo sì alle nozze gay tra le proteste

Dimensioni di testo Aa Aa

329 sì, 229 no: i numeri parlano chiaro, con uno scarto di cento voti in Francia l’Assemblea Nazionale ha dato il primo via libera alla legge che autorizza le nozze e l’adozione per due coniugi dello stesso sesso.

Esultano i socialisti: “Non si considereranno più le persone in base al loro orientamento sessuale facendo delle differenze”, è il commento di Bruno Le Roux, presidente del gruppo socialista all’Assemblea Nazionale. “Un elemento di discriminazione in meno, questo è davvero un grande giorno per l’uguaglianza dei diritti.”

Il sì inequivocabile di questo martedì non ha zittito a Parigi le proteste degli oppositori. Il fronte del no guarda al 2 aprile prossimo quando il testo sarà sottoposto al vaglio di Palazzo del Lussemburgo.

“Il dibattito continua, riprenderà in Senato”, spiega Frigide Barjot, portavoce del collettivo ‘Manif pour tous’. “I senatori spiegheranno senza dubbio perche questa la legge che autorizza l’adozione avrà delle conseguenze molto gravi. Parliamo di bambini senza legami di sangue con i genitori, senza un padre e una madre.”

Il confronto non abbandona la piazza. Una nuova marcia di protesta animerà le strade di Parigi il 24 marzo. I sostenitori del “matrimonio per tutti” stanno preparando una contromanifestazione. La parola fine è ancora lontana dall’essere scritta.