ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incredulità e attese tra i fedeli in Piazza San Pietro

Lettura in corso:

Incredulità e attese tra i fedeli in Piazza San Pietro

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo stupore è la reazione prevalente tra i fedeli e i turisti in piazza San Pietro. La massiccia presenza di giornalisti, insolita in un lunedì senza udienze previste in Vaticano, rivela agli ignari passanti che è una giornata da ricordare.

“Eravamo qui – spiega una ragazza americana – e non riuscivamo a trovare i nostri compagni di classe. Tutt’a un tratto ci siamo resi conto di cosa stavano facendo qui tutte queste telecamere. O mio Dio, siamo qui in un un momento storico!”

“Potrebbe essere stato costretto a rassegnare le dimissioni – ipotizza una signora italiana -. E’ qualcosa che non accadeva da circa 500 anni, mi pare di aver sentito. Quindi è una cosa forte.”

“Mi sembra una grande decisione – commenta un giovane religioso argentino -. Questo momento ci fa riflettere tutti.”

“È una sorpresa – sottolinea una suora italiana -, veramente. Non ce lo aspettavamo. Ci dispiace tantissimo perché gli volevamo molto bene. Mettiamoci nelle mani di Dio. Certo che c‘è un mondo a rovescio.”

“Anche prima che il Cardinale Ratzinger fosse eletto – ricorda una turista cilena – si parlava di un Papa nero, quindi stiamo aspettando il Papa nero.”

Il Cardinale Angelo Sodano ha annunciato che il Papa parlerà questo mercoledì, nella Giornata delle ceneri, poi giovedì con il Clero di Roma e negli Angelus di queste domeniche.

“Una notizia incredibile – sottolinea l’inviata di Euronews a Roma, Loredana Pianta -. Il mondo, cattolico e non, stenta ancora a credere che il Papa possa aver fatto un passo indietro e ora tutti aspettano di sentire direttamente dalla sua voce le ragioni della sua scelta.”