ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Slovenia: in piazza avversari e fautori del governo

Lettura in corso:

Slovenia: in piazza avversari e fautori del governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il doppio volto di una Slovenia divisa scende in piazza a Lubiana.

Venti mila secondo gli organizzatori, al massimo 15 mila per la polizia ,coloro che hanno aderito all’ennesima protesta contro la politica di austerità del premier Janez Jansa e contro la corruzione dilagante.

“Questo governo è totalitario, è corrotto”, afferma Miha Borovovec, un manifestante, “Sta tirando il nostro paese verso il basso. Ecco perché sono qui. Distruggerando il nostro paese”.

La manifestazione è stata preceduta, in mattinata, dalla mobilitazione di circa dieci mila sostenitori del governo conservatore.

“Siamo qui perché sosteniamo Janez Jansa, perché pensiamo che non sia tutto giusto quel che sta accadendo”, commenta Franc Mihar, 33 anni, “Siamo qui perché ci preoccupiamo per il nostro paese”.

Un paese in grave crisi sociale, economica e di governo, dove anche l’arte si mobilita contro i drastici tagli alla cultura.