ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migliaia di persone al funerale del leader dell'opposizione tunisina assassinato

Lettura in corso:

Migliaia di persone al funerale del leader dell'opposizione tunisina assassinato

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di persone, davanti al cimitero di Djellaz, in Tunisia, hanno atteso la salma di Chokri Belaid, il leader dell’opposizione tunisina ucciso a colpi di arma da fuoco.

Nonostante l’annuncio della formazione di un nuovo governo, proprio dopo l’assassinio, era molta la rabbia rivolta contro il partito islamico al governo e contro la polizia.

Allo sciopero generale indetto dai sindacati in concomitanza dei funerali, la partecipazione è stata massiccia. Le strade di Tunisi, sotto una giornata di pioggia, apparivano deserte: negozi chiusi, aeroporto paralizzato, fermi anche uffici pubblici e tribunali.

Mentre i cittadini si interrogano sul peso che potrebbe avere lo sciopero in un momento difficile come questo, i leader islamici tentano di cavalcare l’indignazione. Alla tensione crescente il partito di maggioranza ha risposto puntando su un nuovo governo, e sconfessando, di fatto il premier in carica.

Ma il clima di paura pesa anche sui cittadini della capitale, come spiega questa donna, che teme il rischio di saccheggi e aggressioni, come avvenuto in altre città del paese.

Imponenti gli schieramenti delle forze militari, in tutta la capitale. Una presenza da molti letta in chiave dissuasiva, davanti al pericolo di tentativi violenti di conquista del potere.