Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Breaking News
  • Pistorius condannato a 5 anni per omicidio colposo

Continua a imporsi sulle prime pagine dei giornali il tema caldo del doping. Questa volta l’allarme scatta in Australia, dove un’indagine governativa ha rivelato che l’uso di sostanze illecite è pratica diffusissima nello sport nazionale. Ad essere coinvolti, giocatori, dirigenti, dottori e il crimine organizzato.

Immediata la reazione dell’Agenzia Mondiale Antidoping.

“I fornitori di sostanze illecite, l’aumento del rendimento e le scommesse sportive. Queste tre cose sono connesse tra loro”, dichiara John Fahey, Presidente della WADA. “Sono stato ingenuo a credere che questo potesse succedere solo in Asia e in europa. Ora è arrivato anche in Australia”.

Per combattere questo fenomeno fuori controllo, e che coinvolge diversi sport, il governo australiano ha quindi dato all’Agenzia nazionale antidoping poteri di indagine assoluti, simili a quelli della polizia.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni