Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Il codice d’onore del kung fu: “The Grandmaster” apre la 63° Berlinale
close share panel

Condividere l'articolo

Twitter Facebook

C’era anche Jane Fonda alla serata di apertura della 63° Berlinale. E Isabella Rossellini, che riceve il premio Camera 2013 per il suo contributo al cinema. Per il resto gli italiani sono relegati in sezioni minori: Giuseppe Tornatore, nella sezione Special, con “La migliore offerta”, il documentario “Materia oscura” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti e il corto “Matilde” di Vito Palmieri.

Ad aprire il festival, fuori concorso, “The Grandmaster”, di Wong Kar Wai; il maestro di Hong Kong è anche presidente della Giuria.

“The grandmaster” parla del mitico maestro di kung fu di Bruce Lee, è una storia di onore, tradimento e amori contrastati in un’epoca agitata e turbolenta, quella dell’invasione giapponese della Cina.

Nel cast Tony Leung Chiu Wai, Zhang Ziyi e Gong Li.

Il regista, in conferenza stampa:

“È un film sul kung fu, ma che va oltre l’abilità e la forza, dice di più sulle persone che praticano le arti marziali, sul loro codice d’onore, i loro valori e la filosofia che li anima”.

Il soggetto era pronto da una decina di anni. Per arrivare alla sua effettiva realizzazione ci sono voluti 4 anni, nel corso dei quali gli attori protagonisti hanno seguito una formazione rigorosa.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni

Guarda le principali notizie di oggi