Skip to main content

|

Manca un anno alle olimpiadi invernali di Sochi 2014 e la Russia ne approfitta per celebrare l’evento.
Alla presenza del presidente Vladimir Putin e di Jacques Rogge, presidente del comitato olimpico internazionale, si è tenuta una cerimonia nel palazzo del ghiaccio nella città russa.
Mosca non ha però di che stare allegra. I costi di questi giochi invernali sono aumentati in modo esponenziale. Scandali, mazzette e ruberie hanno fatto lievitare il conto, tanto che Putin ha licenziato in tronco il vicepresidente del Comitato Olimpico russo, Akhmed Bilalov.
Oltre allo sforamento di tutte le previsioni di spesa c‘è stato un conseguente ritardo di un anno nella chiusura dei lavori che dovrebbero concludersi a luglio con dodici mesi di ritardo, appena in tempo, forse, per i collaudi necessari.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
|

Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?