ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UE: nuova strategia contro la criminalità informatica

Lettura in corso:

UE: nuova strategia contro la criminalità informatica

Dimensioni di testo Aa Aa

Una strategia contro la criminalità informatica. L’ha messa a punto, per la prima volta, l’Unione europea.
L’obiettivo di Bruxelles è quello di prevenire gli attacchi informatici, rinforzando la sicurezza, tramite l’approvazione di una legge che obbligherà gli Stati a designare un’autorità competente in materia.

“La fiducia – spiega Catherine Ashton, Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell’Unione europea – dovrebbe essere aumentata non solo tra gli Stati ma anche tra il settore pubblico e quello privato. La strategia che stiamo lanciando stabilisce alcune priorità per migliorare le tecnologie informatiche, ridurre i crimini informatici e stabilire una politica
internazionale riguardante internet all’interno dell’Unione europea”.

I settori strategici dei Paesi, come trasporti, energia e servizi finanziari, avranno l’obbligo di adottare procedure per la gestione dei rischi e segnalare tutti gli incidenti informatici di cui sono vittime. Ma Bruxelles è convinta che si possa fare di più.

“Se vogliamo essere credibili negli sforzi che compiamo per lottare contro il crimine informatico – aggiunge Cecilia Malmström, Commissario europeo per gli Affari interni – abbiamo bisogno di una legislazione migliore, maggiori risorse e migliore coordinazione. Abbiamo già fatto molti passi in avanti ma molto altro ci resta da fare”.

La strategia globale prevede anche lo sviluppo di risorse industriali e tecnologiche e di mezzi di protezione legati alle politiche comuni di sicurezza e difesa. Compito non semplice visti i costi di un simile programma.