ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia: Ennahda non passa la mano

Lettura in corso:

Tunisia: Ennahda non passa la mano

Dimensioni di testo Aa Aa

In Tunisia il partito d’ispirazione islamica Ennahda non accetta di passare la mano, nemmeno per breve tempo. Dopo l’omicidio del leader dell’opposizione Chokri Belaid, il premier Hamadi Jebali, che in questo momento di transizione ha più poteri del presidente della Repubblica, aveva deciso di sciogliere il governo e sostituirlo con uno di unità nazionale.
Ma Ennahda ha pubblicamente smentito l’annuncio del suo premier, Jebali, aprendo un conflitto in seno al partito di maggioranza relativa.
L’opposizione accusa il governo di non aver protetto Belaid. Dice il portavoce del Fronte popolare: “Questo governo non ha più un ruolo da giocare in questo paese. Ne chiediamo le dimissioni e vogliamo un nuovo esecutivo che guidi la nazione durante quello che resta della transizione”.
Una richiesta che rischia di restare lettera morta per il momento. L’impasse è totale dato che, per ora l’opposizione è uscita dall’Assemblea Costituente che dovrebbe riscrivere la costituzione.