ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Maryland, proteste contro la legge che proibisce la pistola facile

Lettura in corso:

Maryland, proteste contro la legge che proibisce la pistola facile

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ennesimo dramma delle armi negli Stati Uniti non ferma i sostenitori della pistola facile. Nel giorno dell’omicidio suicidio a Denver, in Colorado, migliaia di cittadini hanno manifestato ad Annapolis, nel Maryland, contro la proposta di legge statale che vuole imporre la licenza e bandire i fucili d’assalto.

“Chi aiuterà questa legge? Aiuterà voi? Aiuterà me? No, aiuterà i criminali”, ha detto una manifestante.

“La legge non ha niente a che vedere con la sicurezza, non è contro la violenza. Si tratta di un processo alla gente innocente”, ha dichiarato un manifestante.

La protesta è stata organizzata dalla National Rifle Association e dai Repubblicani. A volere la legge è il governatore democratico Martin O’Malley. Il Maryland sarebbe il dodicesimo Stato americano a imporre limiti all’uso personale delle armi.

Il governatore davanti all’aula del Senato del Maryland ha ricordato il massacro nella scuola di Newtown del dicembre scorso e ha chiesto ai parlamentari di approvare la legge.
I manifestanti hanno formato una lunga coda per firmare per portare la loro testimonianza in una seduta del parlamento locale.

La battaglia sulle armi sta diventando sempre più aspra e oltre che combattersi al Congresso è arrivata anche nei singoli Stati. Mentre il dibattito infuria, ci sono sparatorie e morti quasi ogni giorno.