ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: in alto mare la vicenda Petroplus

Lettura in corso:

Francia: in alto mare la vicenda Petroplus

Dimensioni di testo Aa Aa

Colpi di scena a ripetizione, nella vicenda Petroplus: il gruppo svizzero sotto amministrazione giudiziaria ha respinto tutte le offerte per la raffineria di Petit Couronne, in Normandia. Ed è scaduto il termine ultimo per presentare nuove richieste: prima della chiusura definitiva, in aprile, è però possibile modificare le offerte già presentate, due delle quali erano state qualificate dal governo francese come serie e finanziate. Proprio queste dichiarazioni, seguite da una doccia fredda, hanno innervosito i sindacati:

“Siamo molto fiduciosi – aveva detto il Ministro dell’Industria -: sulle sei offerte presentate, due sono serie, credibili, finanziate, e devono solo essere finalizzate. È quello che stiamo facendo”.

Un altro ministro, quello dell’economia Pierre Moscovici, è intervenuto in mattinata per invitare gli oltre 400 lavoratori della raffineria a non perdere la speranza. Ma è una vicenda dalla difficile soluzione, anche perché si inserisce in un contesto molto duro per tutto il settore delle raffinerie in Europa, colpito da un eccesso di capacità produttiva.