Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Esce in Europa il primo film saudita diretto da una donna
close share panel

Condividere l'articolo

Twitter Facebook

“Wadjda, la bicicletta verde” è davvero una prima assoluta. È il primo film saudita diretto da una regista donna, in un paese in cui le donne non hanno neanche il diritto di guidare la macchina.

La storia ruota intorno a Wadjda, 10 anni, che vive in un sobborgo di Riyad. La bambina soffoca nell’ambiente conservatore che la circonda e sogna di avere una bicicletta per poter battere un coetaneo in una corsa. Ma per una ragazzina, in Arabia saudita, anche inforcare una bicicletta è sconveniente.

Quando la regista Haifaa al Mansour è andata a Parigi per presentare il suo film, ha incontrato la scrittrice sua connazionale Raja Alem. Ne è nata una conversazione sulla pellicola e sul quotidiano delle donne saudite:

“Non si tratta semplicemente di una bicicletta – dice Alem – Lei vuole essere libera, è un modo per conquistare questa libertà di movimento, è un sogno”.

“In Arabia Saudita, le donne sono limitate nei loro spostamenti, devono chiedere il permesso per viaggiare, non possono andare in nessun posto” conferma la regista Haifaa al Mansour, tuttavia Raja Alem nota:

“C‘è un cambiamento in corso. Un movimento accelerato per far evolvere la situazione e ciò esacerba le tensioni fra uomini e donne”.

“Girando il film ho riscoperto questa sensazione di libertà – dice al Mansour – È stato molto gratificante ma anche difficile, una sfida. Mi sono dovuta nascondere in un furgone per dirigere gli attori, perché nel paese vige la segregazione sessuale, a una donna non è consentito fare queste cose”.

La pellicola comunque ha ricevuto il sostegno di un membro della famiglia reale saudita, il principe Waleed Bin Talal, circostanza che ne ha consentito la realizzazione.

Il film ha debuttato all’ultima Mostra del cinema di Venezia, dove ha vinto il premio riservato al cinema d’arte e d’essai. Da allora ha ottenuto diversi altri riconoscimenti in vari festival.

Ora “Wadjda, la bicicletta verde” inizia dalla Francia il suo percorso nelle sale europee.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni

Altri servizi che potrebbero interessarti

Guarda le principali notizie di oggi