ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Dell si chiama fuori dai listini: via al buyback


società

Dell si chiama fuori dai listini: via al buyback

Oltre 24 miliardi e mezzo di dollari: questo il valore del riacquisto di azioni con cui Dell, terzo produttore di pc del mondo, dirà addio alle borse. Quasi un ritorno alle origini per Michael Dell, fondatore e amministratore delegato dell’azienda che aveva creato nel 1984 vendendo pc assemblati online.

L’aveva fatta quotare col botto nell’88, agli albori dell’era del computer, infrangendo presto ogni record di capitalizzazione. Oggi, con il declino dei pc tradizionali e l’ascesa dei tablet, l’azienda è da tempo in perdita e ora punta ad una riconversione lontana dallo scrutinio dei mercati.

Un’operazione che costerà cara all’imprenditore: i 13,65 dollari ad azione offerti saranno coperti, oltre che da un fondo di investimento e da un prestito di Microsoft – suo storico partner -, dal suo patrimonio personale di liquidità e azioni. La speranza è quella di traghettare la compagnia verso i nuovi lidi del software e dei servizi per le aziende.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

società

Toyota, la previsione degli utili prende velocità