ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: centinaia ai funerali degli attivisti uccisi negli scontri

Lettura in corso:

Egitto: centinaia ai funerali degli attivisti uccisi negli scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di persone hanno partecipato a Il Cairo ai funerali dei due giovani attivisti rimasti uccisi nei recenti scontri tra manifestanti e polizia. Tra loro anche Mohamed Nabil el Guendi, morto – denuncia l’opposizione – in seguito alle torture subite: “Abbiamo visto i segni della tortura sul suo collo, sulla lingua e in altre parti del corpo, è stato vittima di tortura eccessiva – dice un’attivista -. Credevamo di avere finito con le torture con l’era Mubarak. Il martire Mohamed potrebbe aver votato per il Presidente Mohamed Morsi”.

Sono una sessantina le persone morte nella recente ondata di proteste esplose in tutto l’Egitto alla vigilia del secondo anniversario dell’inizio della rivolta che ha portato alla caduta di Hosni Mubarak.
Si tratta della settimana con il maggior numero di vittime in sette mesi di presidenza di Mohamed Morsi, che l’opposizione accusa di voler monopolizzare il potere.