ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali: caccia agli islamisti, aviazione francese bombarda Kidal

Lettura in corso:

Mali: caccia agli islamisti, aviazione francese bombarda Kidal

Dimensioni di testo Aa Aa

François Hollande, lo aveva anticipato: la guerra in Mali non è finita.

E 12 ore dopo la visita del presidente francese, l’aviazione di Parigi ha lanciato un importante attacco nell’estremo nord del Paese, al confine con l’Algeria.

L’obiettivo è quello di stanare gli islamisti in ritirata, dopo la liberazione di Timbuctu.

I raid aerei a nord di Kidal – dove è stato riconquistato l’aeroporto – e nella regione di Tessalit hanno distrutto dei depositi logistici e dei centri di addestramento degli integralisti islamici.

La Francia rimarrà in Mali per il tempo necessario, aveva detto il capo dell’Eliseo, accolto in Mali da trionfatore.

Un sospiro di sollievo per il presidente maliano Dioncounda Traore che ha chiesto a Parigi di non lasciare il campo, fino a quando l’integrità territoriale non sarà ripristinata.

Papa Hollande, come lo hanno ribattezzato gli abitanti di Timbuctu, vuole sfruttare l’offensiva per liberare i sette cittadini francesi rapiti dagli islamisti nel 2011 e 2012.