ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA, sale il tasso di disoccupazione a gennaio

Lettura in corso:

USA, sale il tasso di disoccupazione a gennaio

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora instabilità sul mercato del lavoro negli Stati Uniti.
Nel mese di gennaio il tasso di disoccupazione è salito inaspettatamente di un decimale, arrivando al 7,9%.
Solo 157.000 i posti di lavoro creati a fronte dei 180.000 previsti dagli analisti.

Rallenta il ritmo delle assunzioni. Ma c‘è comunque un miglioramento rispetto al tasso annuo di disoccupazione registrato nel 2012, che era dell’8,1%

Secondo i dati ufficiali sono 12,3 milioni gli americani senza lavoro e tra di loro quasi il 40% è alla ricerca di un impiego da piu’ di 27 settimane.
Chi ha rinunciato a cercarlo non fa piu’ nemmeno parte delle statistiche.
Sono 8 milioni quelli lavorano part-time e ambiscono ad un tempo pieno.

Difficoltà in molti settori strategici dell’economia.
A gennaio è calato per il quarto mese di fila il numero degli addetti nel pubblico impiego, con un saldo negativo di 9.000 posti di lavoro. Vanno meglio il commercio al dettaglio e l’edilizia, ma soffre il settore dei trasporti.