ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia-USA: l'ambasciatore celebra l'eroe turco ucciso dall'attentato

Lettura in corso:

Turchia-USA: l'ambasciatore celebra l'eroe turco ucciso dall'attentato

Dimensioni di testo Aa Aa

Due morti, nell’attentato suicida che ha semi-distrutto l’ingresso dell’edificio che ospita l’ambasciata degli Stati Uniti in Turchia. E, soprattutto, il timore che l’attentatore, un militante dell’estrema sinistra anti-NATO, non sia un cane sciolto. Tra l’altro è solo la seconda volta che la sinistra estrema colpisce con un attentato suicida, ritenuto abbastanza anomalo.

“Attentati come questo – ha commentato il premier turco Erdogan – vanno contro la prosperità e la pace nel nostro Paese. Come abbiamo sempre detto, noi dobbiamo lottare tutti insieme contro il terrorismo ovunque nel mondo”.

La deflagrazione è avvenuta nella guardiola di fronte all’ingresso, e con l’attentatore è morto anche un addetto alla sicurezza, di un’agenzia privata turca. L’ambasciatore statunitense,
Francis Ricciardone, ha voluto ricordarlo:

“Tutti noi ci sentiamo tra amici, in un Paese che è stabile e sicuro per gli americani. Ho espresso le mie condoglianze alla famiglia dell’eroe turco che ha fatto la guardia per noi ogni giorno, era ben preparato, attaccato al suo lavoro ed è morto per proteggere gli americani e i turchi che lavorano nella nostra ambasciata”.

Oltre ai due morti vi sono anche alcuni feriti. La più grave, una giornalista di un canale turco, è in condizioni critiche. Stava entrando nell’ambasciata per chiedere un visto per gli Stati Uniti.